Energie rinnovabili. Edison sale al 100% di E2i


Renato Ravanelli amministratore delegato della F2i Sgr, ovvero il principale Fondo Infrastrutturale italiano, ha siglato un accordo con Edison per il trasferimento del 70% di E2i Energie Speciali successivo alla concentrazione di attività̀ eoliche nella società Sorgenia.

Ravanelli ha affermato, che si è conclusa positivamente la collaborazione con Edison ma continuerà l’impegno per lo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili mediante le supervisionate EF Solare e Sorgenia.

Questa collaborazione era stata avviata 6 anni fa, e ha portato alla realizzazione di uno dei più importanti operatori di energia eolica presente sul nostro territorio. F2i nel tempo assicura di continuare a investire in prima linea nel settore dell’energia creata dal vento tramite il gruppo Sorgenia, in quanto la sua acquisizione recentemente è stata definita e alla quale sono stati accordati gli asset eolici posseduti dai fondi F2i per un totale di trecento Megawatt.

Per mezzo di questo accordo, F2i avrà facoltà di convogliare le risorse sullo sviluppo di Sorgenia, che detiene una sua capacità insediata sul territorio di circa 4.800 Megawatt e ambisce a primeggiare sempre più nel settore della transizione energetica del nostro paese, mediante la sua attrezzatura di impianti composta da moderne centrali alimentate a gas e da impianti di fonti rinnovabili. Il Gruppo F2i si impegnerà anche nello sviluppo di altre fonti rinnovabili nei circuiti nei quali è già̀ attivo (eolico e biomasse) oltre che nel settore solare, nel settore geotermico nel settore idroelettrico e nel settore bio-metano.

L’amministratore delegato Ravanelli ha ribadito che continuerà con costanza nel suo impegno per la crescita di fonti energetiche rinnovabili, e ha specificato che grazie al loro fondo hanno creato EF Solare, il numero uno come operatore fotovoltaico in Italia, a livello europeo è tra i primi, vanta una potenza di circa mille Megawatt e altri mille Megawatt in fase di crescita. Completiamo nell’eolico con Edison la collaborazione in maniera positiva, e ora si concentreranno sullo sviluppo di Sorgenia, erogatore integrato per la trasformazione energetica e primo nel mercato del settore digitale. Il gruppo F2i SGR è stato assistito dalla Banca Nazionale Popolare Paribas in qualità̀ di advisor finanziario.


La F2i SGR è la maggiore fornitrice autonoma del nostro Paese di beni infrastrutturali, con asset under management con più di 5 miliardi di euro.

Le società che sono parte del network di F2i costituiscono la principale piattaforma infrastrutturale del territorio italiano, caratterizzata in diverse parti strategiche per il settore economico: dalla logistica al settore energetico, alle telecomunicazioni, alle infrastrutture, ai trasporti, alla logistica, energie per la transizione e alle reti di distribuzione. Diciannove mila lavorano nel nostro Paese ad oggi in F2i, spiega l’amministratore delegato Renato Ravanelli e che le sue attività consentono a milioni di persone di usufruire i servizi e le infrastrutture essenziali del vivere quotidiano.

Edison riacquista il pieno controllo di E2i Energie Speciali e cede Infrastrutture Distribuzione Gas. La società guidata da Nicola Monti ha firmato un accordo con F2i Fondi Italiani per le Infrastrutture per rilevare il 70% di E2i Energie Speciali, società leader nel settore eolico già consolidata integralmente da Edison che detiene la restante quota del 30%, risolvendo dunque la partnership avviata nel 2014. Al closing, nel primo trimestre, il parco di produzione rinnovabile controllato e consolidato da Edison avrà una capacità installata complessiva di oltre 1 GW. Con quest'operazione Edison consolida la sua leadership nella transizione energetica, in linea con gli obiettivi di decarbonizzazione del Paese.

La E2i Energie Speciali detiene una quantità di impianti enorme: 38 campi eolici per una capacità di 706 MW, ai quali si sommano quattro progetti per settantaquattro MW e tre impianti fotovoltaici piccoli. La società è presente in molte regioni dal nord al sud: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Molise, Piemonte, Puglia, Toscana e Sicilia.

Il Gruppo fornisce circa un TWh di energia elettrica all'anno, che equivale al consumo medio annuale di 370.000 famiglie. Quindi con questa operazione, Edison riprende il totale controllo industriale degli asset di E2i e valorizzando a pieno in sinergismo derivato da una presenza perfezionata lungo tutta la filiera dell’energia; che vanno dall’attività di sviluppo e forniture, passando per la manutenzione e gestione degli impianti rinnovabili, fin ad arrivare alla vendita dell’energia.

Nicola Monti, amministratore delegato della società Edison afferma che con tale operazione hanno concretamente dimostrato il loro impegno svolto nel settore energetico, in particolare nell’energia rinnovabile, e il loro contributo che si sono prefissati di offrire tali per realizzare gli scopi definiti nel PNIEC ovvero acronimo di Piano Nazionale Integrato Energia e Clima.


L’amministratore delegato Monti inoltre di aver firmato un altro accordo con 2i Rete Gas, società partecipata dai fondi di investimento gestiti da F2i, per la cessione del 100% di Infrastrutture Distribuzione Gas, una società completamente in possesso di Edison. Questa gestisce le reti e gli impianti per la distribuzione del gas in 58 Comuni di Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia e Veneto, ed è presente in diciassette piccoli comuni (Atem) e annovera 152.000 utenti. La chiusura di questo secondo accordo, seguirà solo dopo la approvazione dell'Antitrust, è prevista entro i primi quattro mesi del 2021.

Questi due accordi che sono stati concordati con F2i e 2i Rete Gas, vedranno nei fatti un aumento del deficit finanziario netto di Edison, corrispondente, in termini monetari a cento cinquanta milioni di euro, confluiscono nel piano della società indirizzata all’aumento e sviluppo di energia low carbon intensamente sostenibile e da fonti rinnovabili, con lo scopo di condurre la generazione rinnovabile al quaranta per cento dell’insieme produttivo prima del 2030.

Questa azione consente a 2i Rete Gas di consolidare la sua diffusione nelle regioni complementari con le sue aree già operative, ottenendo in questo modo delle importanti economie di scala e di densità, potendo applicare in questo modo buone pratiche e valorizzando allo stesso tempo le risorse del gruppo target.

Questa azione è conforme al piano di sviluppo di 2i Rete Gas, realizzata mediante percorsi di integrazione (con reti e gruppi francesi, tedeschi e spagnoli) mirati continuamente a assicurare la qualità della prestazione, garantendo i migliori parametri di sicurezza, altissimo livello di rinnovamento tecnologico per un moderno modello energetico in grado di ridurre l’impatto ambientale e possa garantirne sempre il fabbisogno energetico dell’Italia.


scritto da Emilia Ferrara il 25 febbraio 2021



  1. Zorro.it
  2. News
  3. Energie rinnovabili. Edison sale al 100% di E2i

Energie rinnovabili. Edison sale al 100% di E2i

Condividi su


Zorro.it
Seguici su


Zorro.it è marchio di proprietà di Zorro Productions inc. Questo portale è un progetto di Digital Granata srl, Sede Legale: viale Beatrice d'Este 10 - 20122 Milano (MI) P.IVA 09361761217  -  Il servizio di intermediazione assicurativa di Zorro.it è gestito da Digital Granata srl regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 04/03/2020 con numero E000651020 - P.IVA 09361761217 - PEC digitalgranatasrl@pec.team-service.it  -  Il servizio di comparazione tariffe ed i servizi di marketing sono gestiti da Digital Granata srl P.IVA 09361761217