Assicurazione auto: il Codacons chiede il rimborso Coronavirus


Prima di entrare nel merito di questa notizia bisogna debitamente premettere che un'auto, anche se parcheggiata sulla pubblica via, deve comunque essere provvista di copertura assicurativa così come previsto dalla legge, a meno che questa non sia parcheggiata all'interno di un'area privata.  

Fatta questa doverosa premessa, bisogna dire che durante questo periodo di quarantena il numero di veicoli in giro sulle strade è drasticamente diminuito e di conseguenza è notevolmente calato anche il numero di sinistri stradali.

È questo il motivo per il quale il Codacons ha pensato di richiedere, in favore degli automobilisti, un apposito rimborso per il Coronavirus ed evitare dunque che le compagnie assicurative possano ulteriormente arricchirsi in questo periodo durante il quale gli automobilisti continuano a pagare la responsabilità civile, nonostante quello che di fatto è un blocco della circolazione stradale.



Il rimborso agli automobilisti è già realtà negli Stati Uniti 


Si tratta di una linea che di fatto è già stata introdotta negli Stati Uniti, laddove è stato riconosciuto agli automobilisti uno sconto sull'assicurazione auto e moto. Questo sconto può raggiungere il 15% in base all'assicurazione prescelta. In alternativa il Codacons ha girato all'esecutivo una proposta che prevede il rimborso automatico dell'assicurazione auto.

In dettaglio, a seguito del lockdown che al momento esiste in Italia da oltre 40 giorni, il Codacons ha presentato una proposta di rimborso automatico in favore degli automobilisti. In effetti durante questi mesi di restrizioni gli spostamenti fisici degli automobilisti sono stati limitati al massimo, così come previsto dalla legge al fine di poter limitare il diffondersi del Coronavirus. 



La proposta del Codacons 


La richiesta è di un provvedimento che vada a riconoscere un rimborso automatico in favore degli automobilisti rispetto quanto sostenuto per la responsabilità civile, anche attraverso gli sconti relativi ai successivi rinnovi.

È bene sottolineare ancora una volta che si tratta di una proposta, e che al momento le compagnie assicurative non hanno ancora comunicato ufficialmente quale strada intendono percorrere al fine di andare incontro agli automobilisti, i quali a tutti gli effetti hanno pagato per un servizio del quale non hanno potuto usufruire in pieno a causa del lockdown.



Il Decreto Cura Italia


Va comunque ricordato che il Decreto Cura Italia ha introdotto il prolungamento della scadenza della responsabilità civile auto. Il limite temporale per rinnovare l'assicurazione scaduta della propria auto infatti passa da 15 a 30 giorni per tutte quelle polizze in scadenza entro il 31 Luglio 2020.

Trascorso questo arco temporale sarà possibile sottoscrivere un nuovo contratto di assicurazione con una nuova compagnia, o in alternativa rinnovare il contratto con l'attuale compagnia assicurativa.

Questa richiesta da parte del Codacons nasce a seguito del blocco della circolazione per il quale gli assicurati non hanno potuto utilizzare il proprio mezzo nonostante avessero normalmente pagato la RC Auto, il che ha determinato un evidente danno economico agli assicurati e un arricchimento per le compagnie assicurative che il Codacons ha ritenuto ingiusto.

Questo è il motivo per il quale il Codacons ha chiesto l'introduzione di un rimborso automatico o comunque condizioni favorevoli per il rinnovo così da consentire agli automobilisti di poter recuperare e usufruire di quanto già pagato.



  1. Zorro.it
  2. News
  3. Assicurazione auto: il Codacons chiede il rimborso Coronavirus

Assicurazione auto: il Codacons chiede il rimborso Coronavirus

Condividi su


Zorro.it
Seguici su


Zorro.it è marchio di proprietà di Zorro Productions inc. Questo portale è un progetto di Digital Granata srl via Giuseppe Garibaldi 21 80048 Sant'Anastasia (NA) P.IVA 09361761217  -  Il servizio di intermediazione assicurativa di Zorro.it è gestito da Digital Granata srl regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 04/03/2020 con numero E000651020 - P.IVA 09361761217 - PEC digitalgranatasrl@pec.team-service.it  -  Il servizio di comparazione tariffe ed i servizi di marketing sono gestiti da Digital Granata srl P.IVA 09361761217