RC auto più basse al sud

Il 15 ottobre è stato un giorno importante per i possessori di RC Auto. Nella manovra economica varata, infatti, il Governo ha annunciato prezzi più bassi per le RC Auto al Sud, anche se ancora non è noto un testo di legge che consenta di capire come l’obiettivo verrà raggiunto. Ci sono però due certezze: le compagnie assicurative sono contrarie ed era già partito un confronto per una riforma complessiva dei criteri tariffari, arrivando vicini a una polizza unica per ciascun guidatore, quale che sia il veicolo che utilizza.
Da come il Governo ha presentato la manovra, sembra che voglia riproporre ed eseguire una proposta gia presentata sin dal 2002: fissare una tariffa uguale su tutto il territorio nazionale per chi si trova in prima classe di bonus-malus. Questa soluzione è stata sempre respinta per vari motivi, il principale è che uno dei cardini dell’attuale sistema tariffario Rc auto è proprio la territorialità, dato che per determinare l’ammontare dell’assicurazione ci si basa sulla residenza dell’assicurato.
Ci sono in oltre altri due problemi, molti degli assicurati è in prima classe anche grazie a molte frodi avvenute per tanti anni anche in fase di stipula delle polizze, cosa risolta (o quasi) solo negli ultimi mesi con un sistema che non permette di entrare in una classe più alta rispetto a previsto. In oltre, per far quadrare i conti, le compagnie dovrebbero recuperare gli sconti al sud con aumenti nel resto del territorio, con inevitabili lamentele da parte degli utenti.
Non sarà facile e sicuramente ci sarà molto lavoro da fare per adattare queste nuove norme al meccanismo già in atto, ma già dal prossimo anno (probabilmente) sarà possibile godere di queste nuove norme che alleggerirano le spese di molti consumatori

RC auto più basse al sud

Leave a comment