Luce e gas: in arrivo gli aumenti

Iniziamo col dire che, a seguito dell’ultima revisione dei prezzi dell’energia da parte dell’Authority, dal mese di luglio i costi sono aumentati del 6,5% per l’elettricità e dell’8,2% per il gas, rispetto al trimestre precedente. Secondo quanto riportato dall’ARERA, Le cause dei rincari estivi sono principalmente collegate alle tensioni internazionali che hanno fatto impennare le quotazioni del petrolio, il cui costo ha subìto un aumento del 57% in un solo anno.

La crescita dei prezzi all’ingrosso delle materie prime energetiche e quelli di approvvigionamento sono destinati ad incrementare i costi delle prossime bollette, sia per gli utenti in tutela, sia nel mercato libero, nonostante i meccanismi di salvaguardia dei consumatori messi in atto dall’Authority per limitare gli aumenti. Almeno fino al prossimo aggiornamento delle condizioni economiche di ottobre, quindi, si potrebbero registrare delle belle sorprese per i cittadini. Una possibilità che, al momento, sembra destinata a rimanere tale: nonostante la diminuzione registrata nelle ultime settimane, il prezzo del petrolio continua a viaggiare sopra quota +45% su base annua.

Tutto questo comporta per i consumatori un aumento dell’8,2% del gas che, anche in caso di leggero ridimensionamento ad ottobre, avrà importanti ripercussioni sulle bollette gonfiate dai costi del riscaldamento. Tra le opportunità a disposizione dei cittadini per contrastare i possibili aumenti c’è, come sempre, quella della ricerca dell’offerta più conveniente del mercato libero: attraverso i comparatori online è possibile confrontare le tariffe dei vari gestori scegliendo quella più conveniente, sia a livello di prezzo della materia prima, sia per le condizioni applicate, come nel caso del prezzo bloccato per 1 o 2 anni.

Luce e gas: in arrivo gli aumenti

Leave a comment