Apple ancora padrona del mercato

 

 

 

 

 

 

L’evento più importante dell’anno Apple è arrivato. Come da tradizione parte con la presentazione del ceo Tim Cook che ufficializza la vicinanza al traguardo di 2miliardi di device IOS. Il primo prodotto presentato è il nuovo Apple Watch di quarta generazione, rivelatosi il prodotto più interessante della presentazione.

Apple Watch: «L’orologio più venduto al mondo»
Il nuovo Apple Watch avrà un prezzo a partire da 439, con la versione Lte (cellulare) a partire da 539 euro e sarà disponibile in aluminium silver, gold I e space grey. È possibile pre-ordinarlo dal 14 settembre e disponibile dal 21 settembre in 26 mercati, in più c’è una novità per l’Italia: arriva per la prima volta la versione Lte, e dunque capace di telefonare senza l’abbinamento con l’iPhone, con Vodafone. Cornici più “ristrette”: il display risulta più largo del 32 o 35% e la scocca passa dalle due opzioni 38-42 millimetri a 40-44 millimetri. Cambia l’interfaccia: ora ci sono più informazioni per ogni schermata, fino a 8 per ogni Watch Faces. Saranno disponibili per le chiamate o per usare Siri, il 50% di speaker in più. Il processore S4 con 64-bit dual core. È in grado di capire se il proprietario cade a terra grazie al nuovo accelerometro e giroscopio. Le novità più importanti però riguardano la sensoristica, gli elettrodi integrati nella digital crown e il nuovo cardiofrequenzimetro elettrico posizionato nella parte posteriore in cristallo che rileva il battito cardiaco fanno un salto di qualità: ora sono in grado di fare l’elettrocardiogramma. Potrà addirittura segnalare fibrillazioni atriali (battito irregolare che può aumentare il rischio di infarto e altre anomalie cardiache): il risultato diventa un pdf all’interno dell’app che sarà possibile trasmettere al proprio medico per dare informazioni in tempo reale sulla propria salute. A fare da garante a questa nuova tecnologia “medica” era presente sul palco il predidente dell’American Heart Association. Sarà disponibile negli Stati Uniti: per l’Europa e l’Italia bisognerà aspettare le varie approvazioni.

I dati vengono criptati e conservati nell’elemento sicuro dell’hardware, è «il guardiano della vostra salute».

I tre nuovi iPhone
Oltre all’Apple Watch, ovviamente, c’è stata la presentazione dei nuovi iPhone. Come previsto arriva iPhone Xs.  Esteticamente uguale all’iPhone X, con 5,8 pollici. L’innovazione della “S” però, come sempre, c’è stata: vetro più resistente, maggiore impermeabilità (rating di grado IP68 fino a 2 metri per 30 minuti), più stereo. Display ovviamente Oled. E’ stata proposta anche una versione più grande da 6,5 pollici: l’Iphone XS MAX. Le dimensioni sono le stesse dell’iPhone 8 Plus, però con  touch ID e cornici più sottili e dunque uno schermo decisamente più ampio. La batteria ha una batteria con una durata maggiore di 30 minuti rispetto alla “semplice versione X”, mentre l’iPhone XS MAX ha una batteria che dura fino a 90 minuti di più.

Dettagli display:

Iphone XS 2436 x 1125 pixel e densità di 458 Ppi

Iphone XS MAX 2688 x 1242 pixel e densità di 458 Ppi.

L’upgrade più rilevante è il nuovo processore A12 Bionic, evoluzione dell’A11 pensato per il machine learning: è il primo sul mercato a 7 nanometri, con una gpu più veloce del 50%. Le capacità si vedono soprattutto nelle applicazioni di realtà aumentata, spiega Apple, che mostra la demo di Homecourt, una app pensata per l’allenamento basket: fornire informazioni digitali di dettaglio osservando i movimenti e i tiri degli atleti con la fotocamera. La fotocamera in generale con A12 fa molte più cose da sola, con smart Hdr. Sarà più veloce anche il Face ID per sbloccare il telefono ed effettuare pagamenti.

Inoltre è stata prodotta anche al versione da 512 giga, e in più i nuovi telefoni avranno dual sim e l’e e-sim, ovvero la sim virtuale già disponibile su iPad ed Apple Watch.

In ultimo, è stato presentato l’iPhone XR, fatto di alluminio, e non acciaio con iPhone XS. Ha lo stesso processore ma una sola fotocamera. Schermo lcd e non oled da 6,1 pollici.

Ora analizziamo i prezzi

Saranno disponibili in tre versioni: da 64GB, 256GB e 512GB. Si parte da 889 euro per il modello più economico, si fa per dire, per arrivare a 1.189 euro per iPhone XS e 1.289 euro per iPhone XS Max. La versione dell’XS Max da 512 giga costa 1.689 euro, raggiungendo un nuovo traguardo: è l’Iphone più costoso di sempre.

Il prezzo medio, dunque, si alza ancora deludendo un po’ i fan della “mela”. Ma negli ultimi trimestri il prezzo elevato ha pagato: volumi di vendita stabili ma utili in crescita. In un mercato che dà segni di stanchezza, strategia che vince non si cambia.

Apple ancora padrona del mercato

Leave a comment