Mutui INPS: informazioni necessarie

In questo periodo si potrà inoltrare la richiesta telematica per l’ottenimento di un mutuo ipotecario agevolato dall’INPS, ovviamente riservato agli aventi. Potranno accedervi gli iscritti all’istituto di previdenza (ex Inpdap) con contratto a tempo indeterminato e ancora in attività e i pensionati iscritti da almeno un anno alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali

Le causali per richiedere il finanziamento possono essere sia per l’acquisto di un immobile da destinare ad abitazione principale, purché non di lusso, sia a chi vuole effettuare lavori di ristrutturazione, ampliamento e lavori di manutenzione straordinaria e/o ordinaria. In base a queste esigenze variano l’importi concessi: nel primo caso, l’importo massimo concesso è pari a 300mila euro, nel secondo è possibile ottenere sino al 40% del valore dell’immobile e, comunque, un importo non superiore a 150mila euro. In oltre, qualora il prestito sia richiesto per l’acquisto o la costruzione in proprio di un box di pertinenza dell’abitazione di proprietà dell’iscritto viene inoltre concesso un mutuo di 75mila euro al massimo.

Il periodo in cui è possibile estinguere il prestito Inps, indipendente dal tasso fisso o variabile, possono avere una durata di 10, 15, 20, 25, e 30 anni tranne che per gli iscritti di età superiore ai 65 anni per i quali la durata massima prevista è di 15 anni, mentre le rate sono semestrali e posticipate. È necessario, in oltre che il richiedente o i componenti del nucleo familiare non risultino già proprietari di altri immobili su tutto il territorio nazionale, ad eccezione di alcuni casi previsti dal Regolamento pubblicato sul sito dell’Inps.

E’ possibile effettuare la domanda per l’ottenimento di un mutuo agevolato Inps, assieme a tutta la documentazione richiesta, tre volte all’anno e, sempre, dall’1 al 10 gennaio, dall’1 al 10 maggio e dall’1 al 10 settembre.

 

 

Mutui INPS: informazioni necessarie

Leave a comment